21 giugno 2016

9 giugno 2016

Post Scriptum

Ah... quasi mi dimenticavo! "Light" vuol dire, anche, "leggerezza".  Da non dimenticare, mai.

Buon light ascolto...

Segreti e no


"Il segreto e la sua custodia sono un elemento fondamentale del potere. Ma c'è un altra, molto più interessante custodia del segreto. E' un umanissima protezione della propria libertà"

Questa frase mi sembra una buona sintesi che, per concludere, voglio offrire a chi mi ha seguita nel tempo nel mio parlare di web: condivido il significato che esprime senza dimenticare che, tecnicamente e legalmente, gli unici veri consigli sulla sicurezza in rete sono quelli che tutti possono leggere nel sito della Polizia di Stato.

Il segreto e la libertà, intesa come opinione, sono stati temi ricorrenti, in questo blog anche se, devo ammettere, ho avuto varie tentazioni che non mi pare valga la pena di ricordare, così come è giusto eliminare testi che ormai risalgono a polemiche e temi che, allo stesso modo, non mi pare valga la pena di rendere immortali.

Per chi volesse quindi maggiori elementi sulla parte elegante di tutto ciò, meglio si dedichi alla lettura del saggio di Claudio Magris che suggerisco a chiunque sia appassionato del web con le sue tante, variegate espressioni. Quel web cui si partecipa tramite accounts.

Quanto a me, ho fatto benissimo ad aprire questo blog cui, ricordo, fui spinta da un amica virtuale cui per questo sono rimasta grata, perché con questo ho sperimentato delle cose che è stato meglio fare.

Giunta a oggi, però, a continuare con questo mio tono, mi sentirei davvero pedante, perciò ho deciso di tagliare tutto e lasciar andare il ricordo che si annidava altrove e tra le parole di queste pagine elettroniche.

Mi auguro quindi sia chiaro che, come scrissi fin da primo momento nella sezione di presentazione del blog, non ho mai aspirato a diventare famosa tramite questi scritti. E' opportuno da parte mia anche ribadire che i fatti che ho citato erano tutti più o meno futili e sintetici, che è una cosa che è diversa dall'essere inventati anche se per un certo numero di voci narranti sarebbe così. Ma a questo punto della storia, penso che chi doveva apprendere o ha oggi appreso o non apprenderà mai e, pertanto, non è più il caso di spendere parole in proposito.

E' infine giusto anche dire che tutto ciò è stato, in risultante, anche divertente.

Detto questo, ringrazio tutti quelli che si sono soffermati a leggere e chi è intervenuto.

E.